You are visiting a website that is not intended for your region

The page or information you have requested is intended for an audience outside the United States. By continuing to browse you confirm that you are a non-US resident requesting access to this page or information.

Switch to the US site

Questo sito web utilizza cookie

Continuando a navigare in questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e sul modo in cui li utilizziamo, consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Un posizionamento corretto permette risultati migliori

Getinge collabora fianco a fianco con gli operatori allo sviluppo di soluzioni per il posizionamento del paziente capaci di migliorare l'accesso ergonomico al sito chirurgico e di ridurre lo stress posizionale dei pazienti.

Il corretto posizionamento del paziente è un prerequisito importante per la buona riuscita di una procedura chirurgica. Un posizionamento ottimale non soltanto garantisce il miglior accesso possibile al sito chirurgico, ma previene anche conseguenze a lungo termine come lesioni nervose o ulcere da decubito. Evitando queste conseguenze secondarie, la degenza dei pazienti risulta più rapida e la riabilitazione più semplice, con esiti migliori.

Ridurre al minimo le complicanze con un posizionamento specifico per ogni procedura

Ognuna delle quattro posizioni generiche - supina, prona, laterale e seduta - presenta opportunità e sfide specifiche.

Posizione supina

Il posizionamento supino è comune in molte discipline chirurgiche. È necessario prestare particolare attenzione al posizionamento delle gambe e assicurarsi che ginocchia e articolazioni non siano sottoposte a sforzo. Testa e colonna cervicale devono essere rilassate. Un posizionamento accurato del braccio può prevenire lesioni nervose.

Posizione prona

La posizione prona è spesso utilizzata nella chirurgia vertebrale. Il torace deve essere posizionato su un lettino imbottito dotato di grande apertura che permette all'addome e al petto di seguire il ritmo del respiro. Le ginocchia devono poggiare sull'imbottitura e le gambe devono essere leggermente sollevate. La testa va posizionata in modo che la colonna cervicale si trovi in posizione neutra. I cuscini dotati di aperture laterali permettono un facile accesso ai tubi dell'anestesia.

Posizione laterale

Il paziente deve essere bloccato per evitarne il rotolamento. Si consiglia una buona imbottitura per gambe e caviglie. Il paziente può essere posizionato sui raccordi motorizzati del piano operatorio per un accesso ottimale all'area di torace o reni.

Posizione seduta

Gambe e ginocchia devono essere rilassate e non sottoposte a sforzi. Una volta posizionato il paziente in posizione seduta, eliminare le eventuali forze di sfregamento e attrito formatesi durante il processo di posizionamento.

Posizionamento del paziente con tavoli operatori mobili

Il posizionamento ottimale del paziente è uno dei prerequisiti più
importanti per la buona riuscita dell'operazione. Abbiamo
elaborato questo pratico manuale per mostrare le possibili
opzioni di posizionamento nel dettaglio.

Scarica la guida completa