You are visiting a website that is not intended for your region

The page or information you have requested is intended for an audience outside the United States. By continuing to browse you confirm that you are a non-US resident requesting access to this page or information.

Switch to the US site

Questo sito web utilizza cookie

Continuando a navigare in questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e sul modo in cui li utilizziamo, consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Il prelievo endoscopico di vasi sanguigni (EVH) è un metodo sicuro, valido e comprovato

Il prelievo endoscopico di vasi sanguigni (EVH) è il più avanzato tra i progressi tecnologici atti a migliorare le procedure di prelievo di vasi sanguigni per gli interventi di bypass aorto-coronarico (CABG). Per ottenere un graft di bypass negli interventi di CABG, la procedura EVH richiede un'incisione meno estesa rispetto ai convenzionali metodi di prelievo di vasi sanguigni. La minore estensione dell'incisione si traduce in una riduzione della percentuale di infezioni, del dolore e del tessuto cicatriziale, comportando al tempo stesso un recupero più rapido, migliori risultati clinici e una maggiore soddisfazione del paziente.

I benefici clinici dell'EVH

I risultati di diversi studi dimostrano che il prelievo endoscopico di vasi sanguigni riduce significativamente l'incidenza delle complicanze relative alle ferite chirurgiche rispetto alle tecniche di prelievo OPEN (OVH) e/o BRIDGE.

Il prelievo endoscopico di vasi sanguigni migliora il tempo medio di recupero della capacità deambulatoria e riduce il dolore postoperatorio, il tempo di degenza, le riammissioni e i costi complessivi.

Qui potrete leggere una sintesi dei benefici clinici

Scaricate i principali dati clinici per approfondire questi argomenti

  

Riduzione delle complicanze relative alle ferite chirurgiche e delle infezioni

I risultati di diversi studi dimostrano che l'EVH riduce significativamente l'incidenza delle complicanze relative alle ferite chirurgiche rispetto alle tecniche di prelievo OPEN (OVH) e/o BRIDGE.

Riduzione del dolore postoperatorio

Tre studi clinici distinti hanno documentato come i pazienti sottoposti a EVH avvertano un dolore postoperatorio alla gamba minore rispetto ai pazienti sottoposti a OVH.

Riduzione del tempo di recupero della capacità deambulatoria e della degenza

L'EVH migliora il tempo medio di recupero della capacità deambulatoria e riduce il tempo di degenza, come dimostrato da molteplici studi clinici.

Riduzione delle riammissioni ospedaliere e dei costi complessivi

I pazienti sottoposti a EVH vanno incontro a tassi di riammissione ospedaliera e di visite ambulatoriali inferiori rispetto ai pazienti sottoposti al convenzionale prelievo OPEN.

Vantaggi dell'EVH rispetto al bridging

È clinicamente dimostrato che la tecnica del bridging, che al posto di un'incisione lunga prevede una serie di incisioni meno estese, è per molti aspetti meno vantaggiosa dell'EVH.

Vari studi distinti mostrano che, rispetto al bridging, l'EVH garantisce:

  • Un tasso inferiore di complicanze relative alle ferite chirurgiche.
  • Una migliore qualità dell'endotelio.
  • Una riduzione del tempo di recupero della capacità deambulatoria.
  • Degenze più brevi.
  • Una resa estetica superiore.

Qui potrete leggere una sintesi di approfondimento

Un'opzione in più: il prelievo endoscopico dell'arteria radiale (ERAH)

Il crescente interesse rivolto all'arteria radiale come canale da utilizzare negli interventi di CABG è dovuto alla prospettiva di una migliore pervietà a lungo termine e alla buona vascolarizzazione.


Studi clinici hanno dimostrato che è possibile effettuare l'ERAH in sicurezza, con complicanze solo secondarie e poco frequenti.

Leggete la sintesi dell'articolo accademico

Analoga qualità del canale e pervietà precoce dell'innesto

Il successo di un intervento di bypass aorto-coronarico (CABG) è determinato dalla qualità del canale vascolare e da come lo stesso viene manipolato durante il prelievo e le fasi preparatorie.


Una buona qualità del canale è possibile grazie alle tecniche di prelievo di vasi che conservano l'integrità del vaso sanguigno prelevato proteggendolo dai danni. Ciò contribuisce a garantire la pervietà a lungo termine dell'innesto e risultati terapeutici sul paziente ottimali.

Leggete di più sulla pervietà precoce dell'innesto

L'importanza della formazione sulle procedure di EVH per l'ottimizzazione della qualità del canale vascolare

In diverse parti del mondo, l'EVH è riconosciuto come il metodo preferibile per prelevare un canale vascolare da impiegare nelle procedure di CABG. Negli Stati Uniti, nel 90% degli ospedali si effettua l'EVH.

Leggete di più sull'ottimizzazione della qualità del canale vascolare

L'EVH aumenta la soddisfazione del paziente

Dal momento che l'EVH è una procedura sempre più popolare per la riduzione della morbilità e l'accrescimento della soddisfazione del paziente, è necessario considerare alcuni fattori al fine di massimizzare i risultati terapeutici sul paziente e ottimizzare la qualità del canale vascolare. Tali fattori comprendono la scelta del dispositivo, il contenimento della dispersione termica e delle ustioni, la preparazione post-prelievo e la prevenzione della sovra-distensione, nonché l'attenzione da rivolgere alle tecniche formative atte a preservare la qualità del canale.

Scoprite la nostra gamma di prodotti per l'EVH