You are visiting a website that is not intended for your region

The page or information you have requested is intended for an audience outside the United States. By continuing to browse you confirm that you are a non-US resident requesting access to this page or information.

Switch to the US site

Select Your Country or Region
Invia
Advanced hemodynamic Monitoring

Ottieni il quadro emodinamico completo

 

Comprendere condizioni emodinamiche complesse

La vita di un paziente gravemente malato dipende dalla giusta decisione sul passaggio terapeutico da intraprendere. I conflitti terapeutici si verificano spesso al posto letto del paziente in terapia intensiva, dove è necessario disporre di informazioni affidabili. Una serie di parametri emodinamici affidabili può aiutare a determinare il miglior trattamento individuale per i pazienti.[1]

Hemodynamic questions to ask

Domande sull'emodinamica

Il monitoraggio non riduce di per sé la mortalità o la morbidità del paziente; tuttavia, fornisce informazioni preziose da utilizzare per impostare un piano di trattamento e per applicare quanto prima al paziente una terapia mirata personalizzata. 

Al fine di garantire un'ampia base di informazioni, è possibile fornire una gamma di parametri e utilizzarli come riferimento per le decisioni terapeutiche.

Personalizzare le strategie terapeutiche

I pazienti in terapia intensiva presentano spesso una condizione emodinamica instabile. Stato volemico del paziente poco chiaro e conflitti terapeutici ostacolano l'implementazione di un'idonea strategia terapeutica: Aumento dei volumi? Uso del vasopressore o supporto inotropico?

Una sufficiente perfusione degli organi e un'ossigenazione ottimale dei tessuti sono di grande importanza. Contemporaneamente, è essenziale evitare il sovraccarico di volume, che può provocare edema polmonare e scambio gassoso interrotto. 

Un monitoraggio emodinamico avanzato ha pertanto un ruolo vitale nell'implementazione di strategie terapeutiche salvavita [2].

Il monitoraggio emodinamico individuale presenta i seguenti vantaggi: [1], [3]

Better outcomes through individualized hemodynamic management

Una gestione attenta della gittata cardiaca e dei suoi determinanti può guidare i medici lungo il processo di rianimazione di pazienti critici. L'adattamento di protocolli di monitoraggio emodinamico personalizzati favorisce interventi terapeutici ottimizzati e ha il potenziale per migliorare gli esiti. [3]

Valuta il quadro emodinamico completo dei pazienti

Il monitoraggio della funzione cardiocircolatoria ha grande importanza nei pazienti in terapia intensiva. PiCCO consente la misurazione mininvasiva di parametri emodinamici come la gittata cardiaca e delle sue determinanti: precarico, postcarico e contrattilità. Inoltre, il parametro ELWI consente una valutazione sensibile dell'acqua polmonare extravascolare. Questa serie di parametri emodinamici affidabili può aiutare a determinare il miglior trattamento individuale per pazienti critici. 

Scopri i parametri emodinamici avanzati

Valutare la funzionalità epatica sufficiente

In resezione e trapianto del fegato è fondamentale valutare in tempo la funzionalità epatica. La nostra soluzione di monitoraggio non invasivo della funzionalità epatica aiuta a valutarla al capezzale e a scegliere la terapia ottimale per il paziente.

Per sapere di più sul monitoraggio LiMON

CeVOX advanced hemodynamic monitoring of patient's oxygen balance

Mantenere un adeguato equilibrio di ossigeno

Gli organi vitali del paziente sono altamente sensibili agli episodi di ipossia. Offriamo informazioni di facile uso sul metabolismo di ossigeno del paziente grazie a soluzioni di monitoraggio continuo dell'equilibrio di ossigeno.

Per saperne di più sul monitoraggio CeVOX

Identifica il livello di rischio dei pazienti in modo continuo

Un riepilogo efficace dei parametri emodinamici e l'interazione dei valori di soglia consentono una regolazione immediata e mirata del trattamento. Essendo costantemente aggiornati su eventuali cambiamenti delle condizioni emodinamiche del paziente, si riescono a regolare le strategie terapeutiche in modo personalizzato per ciascun paziente.

Scopri la piattaforma di monitoraggio PulsioFlex

Riferimenti

  1. Goepfert M, et al.,
    Individually Optimized Hemodynamic Therapy Reduces Complications and Length of Stay in the Intensive Care Unit: A Prospective, Randomized Controlled Trial. Anesthesiology 2013;119(4):824-836.

  2. Busse L, Davison D, Junker C, Chawla L.
    Hemodynamic Monitoring in the Critical Care Environment,
    Advances in Chronic Kidney Disease 2013

  3. Yuanbo Z, Jin W, Fei S. et al.
    ICU management based on PiCCO parameters reduces duration of mechanical ventilation and ICU length of stay in patients with severe thoracic trauma and acute respiratory distress syndrome. Ann. Intensive Care 6, 113 (2016).
    https://doi.org/10.1186/s13613-016-0217-6