You are visiting a website that is not intended for your region

The page or information you have requested is intended for an audience outside the United States. By continuing to browse you confirm that you are a non-US resident requesting access to this page or information.

Switch to the US site

Questo sito web utilizza cookie

Continuando a navigare in questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e sul modo in cui li utilizziamo, consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Sistema di Prelievo endoscopico di vasi sanguigni Vasoview Hemopro

Sistema di Prelievo endoscopico di vasi sanguigni Vasoview Hemopro

Progettato per fornire alte prestazioni nel prelievo endoscopico di vasi sanguigni (EVH) sia per la vena safena che per l'arteria radiale.

Panoramica

Il Sistema di Prelievo endoscopico di vasi sanguigni Vasoview Hemopro è progettato per fornire alte prestazioni nel prelievo endoscopico di vasi sanguigni (EVH) sia per la vena safena che per l'arteria radiale. Con una capacità di taglio e cauterizzazione simultanee, consente una transizione continua verso il futuro di EVH.

Caratteristiche

  • Raggiungimento di una qualità emostatica ottimale mediante una punta termostatica che offre capacità di taglio e cauterizzazione con un unico movimento.
  • Controllo con il tocco delle dita - La percezione della differenza in termini di sensibilità e reattività con le regolazioni con il polpastrello che consentono un controllo pratico; non è necessario il pedale.
  • Visualizzazione chiara - Una visualizzazione chiara con un minor sanguinamento nel tunnel. Inoltre, l'insufflazione distale e prossimale offre una chiara visualizzazione dall'inizio alla fine.

  • Danneggiamento minimo dei tessuti circostanti - Prelievo di vasi con un effetto minimo sui tessuti circostanti; Il Sistema di Prelievo endoscopico di vasi sanguigni Vasoview Hemopro è progettato specificamente per il prelievo dell'arteria radiale.
  • Dissezione semplice - È possibile creare un tunnel di lavoro in maniera rapida, semplice e omogenea con la punta da dissezione conica.
Vasoview 6 Pro Endoscope

Endoscopio con lunghezza estensibile da 7 mm e punta da dissezione

L'Endoscopio con lunghezza estensibile da 7 mm con punta da dissezione è indicato per la visualizzazione della cavità chirurgica e la dissezione nelle procedure endoscopiche e in altre procedure chirurgiche mininvasive e consente l'accesso per il prelievo di vasi ed è principalmente indicato per pazienti che si sottopongono al prelievo di vasi per il bypass arterioso.

Le procedure degli arti comprendono la dissezione del tessuto/prelievo di vasi lungo la vena safena per l'uso negli interventi di bypass aorto-coronarico e di bypass dell'arteria periferica o dell'arteria radiale per l'uso negli interventi di bypass arto-coronarico (CABG).

Clinico

Procedura EVH

EVH sta per Prelievo endoscopico di vasi sanguigni.  Durante una procedura di bypass coronarico, verranno estratti (o "prelevati") uno o più vasi sanguigni sani dalla gamba, dal braccio o dal torace del paziente al fine di utilizzarli come "nuovi" vasi per gli interventi di bypass. Vi sono tre tecniche di prelievo di un vaso sanguigno da un braccio o da una gamba per le procedure CABG: open, bridging ed EVH. EVH si serve di speciali strumenti per la visualizzazione e la rimozione di vasi sanguigni con un minor trauma per i vasi o per i tessuti circostanti rispetto alle procedure bridging o "open".

In passato, veniva praticata una lunga incisione dalla caviglia all'inguine; questa procedura è nota con il nome di procedura open. È altamente invasiva e spesso causava maggior dolore ai pazienti rispetto all'incisione toracica, comportando una lunga cicatrice.

Una tecnica alternativa e meno invasiva rispetto alla procedura open è quella del "bridging". Il bridging consente agli operatori dei prelievi di ottenere l'accesso alla vena safena mediante tre o quattro piccole incisioni di circa tre pollici ciascuna.

Informazioni su EVH

La procedura EVH è minimamente invasiva e si serve di strumenti per la visualizzazione e la rimozione dei vasi sanguigni. EVH richiede generalmente una piccola incisione di una lunghezza di circa 2 cm.  La procedura EVH viene eseguita all'inizio degli interventi di cardiochirurgia e può essere utilizzata per i seguenti vasi sanguigni:

  • La vena grande safena, che corre per l'intera lunghezza della gamba
  • L'arteria radiale, che corre dal polso al gomito nel braccio

Vantaggi dell'EVH

Normalmente, nel prelievo endoscopico di vasi sanguigni, si registra un leggero disagio da parte del paziente nel prelievo, in particolar modo se paragonato alle procedure open e bridging.  In alcuni studi clinici, sono stati riportati alcuni importanti vantaggi relativi all'EVH, tra cui:

  • Un rischio notevolmente minore di complicanze relative a infezioni e ferite1
  • Un minor dolore e gonfiore postoperatorio1
  • Un recupero più rapido con esiti cicatriziali minimi1
  • Una maggiore soddisfazione da parte del paziente1

[1] Ferdinand FD, MacDonald JK, Balkhy HH, et al. Endoscopic Conduit Harvesting in Coronary Artery Bypass Grafting Surgery: An ISMICS Systematic Review and Consensus Conference Statements. Innovations. 2017; 12(5): 301-319.

Scoprite di più sull'EVH

EVH come standard di trattamento

EVH è stato consigliato come standard di trattamento da molte società cliniche internazionali:

  • Il prelievo endoscopico dei vasi sanguigni e dell'arteria radiale della Società Internazionale per la Cardiochirurgia Mini-invasiva (International Society for Minimally Invasive Cardiac Surgery, ISMICS) dovrebbe essere lo standard di trattamento per i pazienti che richiedono questi condotti per la rivascolarizzazione coronarica1
  • Le linee guida EACTS riferiscono: EVH dovrebbe essere presa in considerazione per la riduzione dell'incidenza delle complicanze relative alle ferite della gamba2

[1] Ferdinand FD, MacDonald JK, Balkhy HH, et al. Endoscopic Conduit Harvesting in Coronary Artery Bypass Grafting Surgery: An ISMICS Systematic Review and Consensus Conference Statements. Innovations. 2017; 12(5): 301-319
[2] Philippe Kolh, Stephane Windecker, Fernando Alfonso, et al. 2014 ESC/EACTS Guidelines on Myocardial Revascularization. European Journal of Cardio-Thoracic Surgery. 2014; (46): 517-592.

Download