You are visiting a website that is not intended for your region

The page or information you have requested is intended for an audience outside the United States. By continuing to browse you confirm that you are a non-US resident requesting access to this page or information.

Switch to the US site

Questo sito web utilizza cookie

Continuando a navigare in questo sito web, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e sul modo in cui li utilizziamo, consulta la nostra Informativa sulla privacy.

HCU 40 Unità di riscaldamento–raffreddamento

HCU 40 Unità di riscaldamento–raffreddamento

Un controllo della temperatura semplice, rapido e preciso, è un requisito imprescindibile nelle unità di ipo/ipertermia utilizzate durante la circolazione extracorporea.

Panoramica

Un controllo della temperatura semplice, rapido e preciso è un requisito imprescindibile nelle unità di ipo/ipertermia utilizzate durante la circolazione extracorporea. HCU 40 di Getinge unisce la tecnologia più recente e certificata a prestazioni eccellenti e fruibilità senza pari.

HCU 40 di Maquet include due circuiti dell'acqua indipendenti. Il primo circuito può fornire acqua a temperatura controllata allo scambiatore di calore dell'ossigenatore e alle coperte di riscaldamento/raffreddamento. Il secondo circuito fornisce invece acqua a temperatura controllata allo scambiatore di calore per la cardioplegia.

Il serbatoio acqua destinato ai circuiti per la cardioplegia e al paziente è diviso in due parti per garantire la rapida regolazione della temperatura alle uscite. Vanta inoltre un'eccezionale capacità di raffreddamento grazie alla tecnica di formazione rapida del ghiaccio, che si avvale di piastre di raffreddamento estremamente efficaci e di un potente compressore. Il dispositivo è dotato di riscaldatori con capacità estremamente elevata e di gestione elettronica intelligente dei componenti per riscaldamento e raffreddamento.

Caratteristiche

  • Controllo indipendente della temperatura del paziente e della cardioplegia grazie a circuiti dell'acqua separati
  • È possibile utilizzare contemporaneamente fino a tre dispositivi esterni
  • Regolazione rapida e precisa della temperatura grazie al serbatoio suddiviso e alla valvola di miscelazione con controllo automatico
  • Tempi ridotti di raffreddamento del paziente grazie alla straordinaria capacità di raffreddamento dell'efficace sistema di creazione del ghiaccio
  • Funzionamento silenzioso: la maggior parte degli interventi chirurgici può essere eseguita senza compressore in funzione
  • Il controllo preciso e indipendente del flusso nei circuiti offre la possibilità di posizionare l'unità all'esterno della sala operatoria
  • Tempi di riscaldamento del paziente ridotti al minimo grazie all'eccezionale capacità di riscaldamento e all'intelligente gestione elettronica

  • Modalità gradiente per un riscaldamento e un raffreddamento ottimali sotto il profilo fisiologico
  • Sicurezza del paziente e affidabilità di funzionamento testate e garantite dal sofisticato sistema di sicurezza elettrica
  • Funzionamento semplificato grazie all'unità di controllo intuitiva e flessibile dotata di display touch screen
  • Tempi di impostazione ridotti grazie al riempimento rapido e alla deareazione automatica
  • Mobiletto in acciaio inossidabile lucidato: facile da pulire e resistente ai danneggiamenti
  • Semplice da manovrare grazie alle ruote girevoli e ai freni azionati a pedale
  • I raccordi rapidi Hansen dotati di icone favoriscono il collegamento chiaro e veloce di ossigenatore e scambiatori di calore per cardioplegia
  • Svuotamento dei dispositivi esterni comodo ed efficace

Prodotti correlati

Heart-Lung Machine HL 20

A complex high-tech concept reduced to the essentials for the benefit of both patient and perfusionist

Learn more

MetaVision Perfusion

Advanced patient data management system that supports perfusionist workflow

Learn more

MECC-i for Cardiohelp System

Pioneering minimized perfusion.

Learn more

Hemoconcentrators BC

Provides optimum conservation of patient blood and considerably minimize the need for homologous blood products.

Learn more